Come aiutare mio figlio ad affrontare lo stress per il Covid19

Il Coronavirs è una sfida non solo per il nostro sistema immunitario ma anche alle nostre capacità genitoriali, ci chiediamo come aiutare i nostri figli a fronteggiare lo stress derivante da tutti i cambiamenti dovuti alla pandemia.

In questo momento il mondo intero combatte il virus COVID-19. Sia gli adulti che i bambini si sentono incerti, ansiosi, soli e spaventati. Adesso è necessario di praticare abilità di auto-cura. 

Come genitori e educatori, possiamo aiutare i bambini a sviluppare notevoli capacità di auto-cura per aiutarli a superare le avversità e ad incoraggiarsi.

Ecco alcuni suggerimenti per aiutare tuo figlio a sviluppare abilità di auto-cura per riconoscere e gestire le proprie emozioni:

Identificare le emozioni


Già durante l’infanzia il bambino imparare a notare, identificare e lenire le proprie emozioni, ma continuerà a sviluppare queste abilità per tutta la vita. 

Le emozioni possono essere travolgenti per tutti noi. I bambini piccoli in particolare possono fare fatica a comprendere le ondate di emozioni e sensazioni fisiche che li accompagnano, come sentire le farfalle nelle loro pancia o sensazione di tremore. 

Si affidano al genitore o a chi si prende cura di loro per essere aiutati a capire cosa significano le emozioni e dargli un nome.

Diventa curioso con tuo figlio di cosa stanno provando. Puoi chiedere loro cosa sta accadendo all’interno del loro corpo e se possono nominare l’emozione che stanno provando. Puoi anche supportarli descrivendo ciò che vedi e indovinando quale potrebbe essere l’emozione che provano. “Vedo che il tuo viso è rosso e le tue mani sono a pugni. Quando compio queste azioni, mi sento spesso arrabbiato. Pensi che sia così? ”

Auto-validazione
Oltre a imparare a riconoscere e identificare le emozioni, è importante che i bambini imparino che le emozioni non sono giuste o sbagliate, ma semplicemente esistono.

 Non importa quanto sia grande o dolorosa un’emozione, è un’esperienza sicura e accettabile. Puoi aiutare i bambini notando e convalidando le loro emozioni. 

Ad esempio, potresti dire: “È difficile che tutti noi dobbiamo indossare le mascherine e i guanti per convivere con il virus. Ciò significa che non puoi vedere bene il viso dei tuoi amici. Posso capire perché ti senti triste.”

 Quando i bambini imparano a considerare validi i propri sentimenti, ciò consente loro di ridurre l’intensità di un’emozione che stanno provando e li aiuta as viluppare fiducia nella capacità di modulare le proprieemozioni.

Calmarsi da solo


Aiuta tuo figlio a scoprire quali attività o esperienze lo aiuta a calmarsi o a sentirsi meglio. 

Ciò che aiuta un bambino/ragazzo a sentirsi meglio dipenderà dalla situazione e dalle sue preferenze, quindi esplora con lui diverse alternative e attività. 

Alcuni scopriranno che possono calmarsi con la musica, un bagno caldo, guardare le nuvole o ricevere le coccole, solo per fare qualche esempio.

 Altri potrebbero scegliere un progetto come una costruzione con i Lego o mettere su uno spettacolo di marionette. Scoprire cosa ti aiuta a calmarti è un’abilità importante che è può essere divertente sviluppare. 

Aiuta il tuo bambino a raccogliere alcuni dei suoi oggetti rilassanti preferiti per creare un “kit di adattamento facile da afferrare! (o “kit auto-calmante!”) “. Può anche essere utile e divertente sedersi con il proprio bambino in un momento calmo e fare un elenco collaborativo di alcune delle sue attività preferite per calmarsi.

Dialogo interiore

Imparare a riconoscere come parliamo con noi stessi è un’altra importante abilità. Aiutare tuo figlio a capire quanto potente può essere la sua voce interiore è il primo passo per insegnare loro a usare il dialogo interiore positivo. 

Quando parliamo con noi stessi in modo negativo, spesso alimentiamo il nostro malessere e abbiamo meno probabilità di fronteggiare una situazione difficile. Quindi ci sentiamo inadeguati e pensiamo che non abbiamo fatto bene o ci siamo arresi.

 Aiuta tuo figlio a notare quando si abbassa la tensione e come lo fa sentire. Una volta consapevole che la sua voce interiore può influenzare i suoi sentimenti, allora cerca di aiutarla a trovare frasi positive da usare in situazioni difficili. 

Invece di dire a tes stesso:”Non posso farlo.” puoi dire: “Non posso farlo ANCORA, ma se continuo a provare, migliorerò”. 

Esercitarsi con il dialogo interiore durante i periodi di calma può rendere più facile l’uso da parte del bambino quando si sente stressato.

Modellare la capacità di adattamento e la cura di sé
Come genitori e educatori, spesso mettiamo i bisogni dei bambini davanti ai nostri, nascondendo le nostre emozioni. Tuttavia, è importante dare ai nostri figli un esempio del modo in cui affrontiamo le situazioni difficili.

 Quando stai affrontando una situazione stressante che sarebbe opportuno che tuo figlio ascolti, considera di etichettare le tue emozioni e di descrivere come intendi affrontarle.
Ad esempio, potresti dire: “Sono triste per il fatto che ho avuto una dura giornata di lavoro. Per prendermi cura di me stesso, porterò il cane a fare una lunga passeggiata e fare il bagno più tardi stasera. ”

Quando cercare supporto
Imparare ad autoregolare le emozioni è un processo che dura tutta la vita. I bambini sviluppano questa abilità a ritmi diversi ed è comune che bambini e adolescenti attraversino periodi in cui sono più o meno in grado di affrontare abilmente emozioni potenti.

 Tuttavia, se tuo figlio ha costantemente difficoltà a far fronte alle emozioni dolorose, considera di cercare un aiuto qualificato (psicologo psicoterapeuta). 

Sharing is caring!

shares

Informativa breve cookie
Questo sito utilizza cookies di profilazione per migliorare l’esperienza del sito e inviarti notizie in linea con le tue ricerche
Se vuoi sapere di più clicca qui:
Informativa estesa cookie
Informativa Privacy