Le quattro forze emotive che plasmano ogni famiglia

Le emozioni delle persone non esistono in un vuoto; esistono, principalmente, all’interno di un sistema relazionale. Il primo di questi sistemi nei quali iniziamo a sperimentarle solitammete è la famiglia, intesa come contesto quindi nel caso ad esempio di un orfano può essere rappresentato dalla comunità nel quale cresce nei primi anni di vita.

La teoria dei sistemi familiari considera gli individui all’interno dei sistemi familiari come esistenti in campi emotivi, piuttosto che in vuoti psicologici individuali. 

In altre parole, le relazioni tra i partecipanti in un sistema sono viste come un indicatore più valido del funzionamento individuale rispetto al funzionamento psicologico individuale estrapolato dal suo contesto sistemico. Il campo emotivo familiare è come i campi gravitazionali di pianeti in orbita attorno al sistema solare. Ogni membro della famiglia lavora insieme, consciamente o inconsciamente, per mantenere l’equilibrio emotivo. 

Il sistema emotivo che esiste nelle famiglie è una forza in gran parte inconscia.

 In quanto piccolo sistema naturale, le famiglie sono organizzazioni emotive fondamentali, unità emotive, all’interno della società più ampia.  I processi emotivi all’interno delle famiglie si trovano anche in ogni dimensione di strati della società sempre più ampi e complessi. 

Queste quattro forze emotive sono alla base di ogni sistema familiare:

4. La dinamica di potere

Gerarchie e ruoli impliciti all’interno delle famiglie governano lo status quo.  Nelle famiglie sane, tutti i membri hanno una certa quantità di potere e sanno come esercitarlo, sanno come impegnarsi in cure e conflitti senza destabilizzare l’equilibrio tribale. 

Harry Aponte (1976) ha sottolineato: “I membri della famiglia devono avere abbastanza potere nella famiglia per essere in grado di proteggere i loro interessi personali nella famiglia in ogni momento, pur mantenendo il benessere degli altri membri e della famiglia come un intero. “

Quando l’estremità positiva di un magnete viene posizionata contro l’estremità negativa di un altro, una forza invisibile li attrae.  Se le estremità positive dei magneti sono poste l’una contro l’altra, si respingono a vicenda.  I pezzi di metallo non caricati non si attraggono né respingono. C’è magnetismo nei sistemi emotivi delle famiglie e, in misura maggiore o minore, tra ogni membro. 

La forza tra due è distorta dalla presenza di un terzo e così via. La sfida della terapia è lavorare terapeuticamente con processi che si legano e si sciolgono, generando flessibilità e instillando resilienza.

 Per crescere, le persone devono sperimentare la libertà all’interno delle spinte e delle forze di forze potenti che si autoalimentano in cui i problemi – e le famiglie – si mantengono.

Il punto cruciale per le famiglie è mantenere una distribuzione del potere ordinata e relativamente equa; flessibile ma affidabile.  Quando un membro ha tutto il potere, è una dittatura; quando nessuno si assume la responsabilità, è l’anarchia. Il potere ha bisogno di autorità; l’autorità ha bisogno di controlli e contrappesi.

3. Le regole invisibili

In ogni famiglia, regole invisibili influenzano il modo in cui i membri della famiglia pensano, si sentono e si comportano, come vengono risolti i problemi e come vengono prese le decisioni.

 Le regole fluiscono all’interno della struttura del potere, formata in risposta alle richieste di personalità, tradizione o oppressione che fluiscono attraverso le generazioni.

 In effetti, la  maggior parte delle  regole familiari sono invisibili e danno forma a supposizioni e atteggiamenti, credenze e comportamenti.  Le regole invisibili sono elementi costitutivi della cultura familiare. La fedeltà alle aspettative rafforza le aspettative di fedeltà alle richieste sfumate, pervasive e spesso nascoste, e ogni singola famiglia è unica.

La danza dell’emozione nelle famiglie è plasmata dall’orgoglio e dal senso di colpa, dall’amore e dalla vergogna. Regole invisibili contribuiscono alla stabilità e alla coesione mentre le famiglie incontrano e rispondono alle sfide in evoluzione e alle mutevoli condizioni di vita. 

Le lotte di potere spesso circondano regole invisibili e persino rare esperienze di riconoscimento aperto possono agire come controlli e contrappesi necessari per garantire la flessibilità complessiva del sistema familiare.  La flessibilità nella gamma delle indennità all’interno delle famiglie riduce la lotta per il potere non necessaria e tende a diminuire anche una serie di ansie emotive croniche.

Le famiglie trasmettono miti, ideologie, stili emotivi e ansie croniche da una generazione all’altra.  Le inclinazioni che ne derivano guidano l’esecuzione e il flusso di giustizia e solidarietà tra i suoi membri e tra i suoi membri e la società.

2. Il feedback omeostatico

Il potere e le regole sono sostenuti da forze regolatrici sistemiche che costituiscono una sorta di psiche familiare. Una famiglia è un sistema emotivo di forze potenti e invisibili che influenzano pesantemente il funzionamento dei suoi membri. 

Quando i comportamenti individuali minacciano l’equilibrio familiare, l’emozione e il comportamento corrispondenti degli altri membri si impegnano in azioni di controbilanciamento volte a ridurre al minimo le deviazioni al fine di preservare l’equilibrio. 

Tutti in una famiglia partecipano al sistema emotivo. Un membro può diventare relazionalmente distante e un altro può diventare depresso, con conseguente ritorno del membro distante a un livello più profondo di coinvolgimento emotivo. Un membro potrebbe non ricoprire un ruolo e un altro potrebbe arrabbiarsi. Un membro può essere tagliato fuori dalla famiglia per ritrovare la compostezza di sé o può impegnarsi in una negoziazione di compromessi che prevede un cambiamento più gradevole nel funzionamento del ruolo familiare.

Il comportamento dei membri della famiglia deriva dal clima emotivo del sistema familiare, non diversamente dalle operazioni di un termostato, che attiva il raffreddamento regolamentare quando le temperature sono alte e il riscaldamento regolamentare quando le temperature scendono.  In modo simile ma molto più complesso, le famiglie hanno molti tipi diversi di sensori termostatici.  I circuiti di feedback emotivo nelle famiglie modellano gran parte del loro comportamento. 

1. L’ interdipendenza

I processi delle relazioni emotive all’interno delle famiglie influenzano notevolmente la negoziazione del potere, delle regole e degli equilibri all’interno del sistema; proprio per questo questa particolare qualità delle famiglie, la loro delicata interdipendenza, è la più pervasiva.

Il grado di coesione di una famiglia è correlato al suo grado di adattabilità e il suo grado di adattabilità è correlato ai suoi stili di parentela. 

Quando un membro della famiglia sperimenta una disconnessione emotiva dalla propria famiglia, i propri sentimenti stabiliscono i termini della loro realtà.

 I fatti sono quasi superflui. 

La realtà è che le famiglie, siano esse unite o rigidamente delimitate, influenzano profondamente l’esperienza emotiva, i pregiudizi cognitivi e le tendenze comportamentali dei suoi membri. Il funzionamento umano non è solo psicologico; è marcatamente ecologico.

I fattori di stress cronici all’interno delle famiglie infliggono sintomi che riflettono a livello sociale i problemi psicologici individuali, dalla depressione o dai disturbi d’ ansia alle dipendenze compulsive e alle dipendenze tra cui l’ alcolismo e gli affari.

 Lo stress da relazione instabile all’interno delle famiglie può persino portare o aggravare la malattia fisica. Pochi aspetti della società sono così fraintesi e sottovalutati come le dinamiche psicologiche intangibili che si svolgono all’interno dei sistemi emotivi delle nostre famiglie.

Sharing is caring!

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares

Informativa breve cookie
Questo sito utilizza cookies di profilazione per migliorare l’esperienza del sito e inviarti notizie in linea con le tue ricerche
Se vuoi sapere di più clicca qui:
Informativa estesa cookie
Informativa Privacy